You are currently browsing the category archive for the ‘Immigrazione’ category.

Ieri, il ministro Ferrero ha proposto di regalare un permesso di soggiorno agli immigrati clandestini impiegati in nero che denunceranno i loro datori di lavoro. Di recente è stata modificata la normativa relativa ai ricongiungimenti familiari, aumentando fino al terzo grado, la possibilità di far varcare i nostri confini ai parenti degli extracomunitari, quindi, c’è stata la modifica della normativa dell’asilo in senso molto meno restrittivo, basti pensare che consentirà a chiunque di richiedere l’asilo indipendentemente dallo Stato di provenienza o di concederlo a chiunque si dichiari omosessuale perseguitato. Infine, la tanto discussa riduzione a cinque anni del periodo di permanenza per ottenere la cittadinanza italiana. Una serie impressionante di provvedimenti mirati a favorire ed incoraggiare l’immigrazione nel nostro Paese. Un tale fervore immigratorio, associato al diffuso senso di delusione e pentimento che serpeggia tra gli elettori di sinistra, sembra unicamente giustificato dalla volontà di sostituire una consistente fetta di elettorato con le masse di immigrati che, attirati da tanta munificenza, arrivano quotidianamente nel nostro Paese.

Annunci

La sinistra, sempre attenta ai diritti degli extracomunitari anche quando si macchiano dei peggiori delitti, questa volta si è distinta per decisionismo ed efficienza nel procedere ad una espulsione. Peccato che l’espulso in questione non abbia nè rubato, nè spacciato, nè rapinato, ma sia solo una bambina bielorussa trattenuta in Italia dai suoi genitori affidatari per sottrarla dalle violenze che potrebbe subire nel suo paese. Per trovarla hanno messo in atto una campagna senza precedenti, diffondendo le foto delle nonne come nemmeno per i peggiori criminali, eseguendo un blitz notturno per catturarla e metterla su un aereo per la Bielorussia, il tutto con il consenso del governo e delle autorità italiane. La vergogna e lo sdegno raggiungono l’apice pensando come il governo italiano sia pronto allo scontro diplomatico con gli Stati Uniti sulla questione del rapimento, più che giusto ai fini della nostra sicurezza, del terrorista Abu Omar e sia succube della piccola Repubblica Bielorussa su un pietoso caso umano che ha toccato le coscienze di milioni di italiani.

Prodi si inventa un milione di italiani pronti a votarlo alle prossime elezioni. Il Consiglio dei ministri ha infatti approvato le nuove norme sulla cittadinanza: gli extracomunitari in regola potranno averla dopo cinque anni di residenza, tempi dimezzati rispetto alla legislazione precedente. In più viene introdotto il principio dello jus soli, che garantisce la cittadinanza a chi nasce nel nostro Paese. Questi provvedimenti oltre che scardinare la nostra identità nazionale contribuiscono ad alimentare l’immagine di “Italia Eldorado per gli immigrati” che questo governo ha creato fin dal suo insediamento.

Anche ieri un barcone di immigrati clandestini e’ arrivato sulle coste siciliane. Da quando i compagni sono al governo sono aumentati in maniera esponenziale gli sbarchi di immigrati dal Nord Africa. Il passaparola fra i disperati funziona benissimo, centinaia di migliaia di clandestini sono pronti a sbarcare verso il nostro Paese, attratti dalle promesse più assurde (casa, permesso automatico, cittadinanza…).fatte da vari esponenti della maggioranza e soprattutto dal ministro comunista Ferrero di cui ricordiamo la sparata piu’ grossa: “l’Italia accogliera’ chiunque arrivi”.

Ferrero vuole “sanare” subito 480mila clandestini e soprattutto dare un permesso di soggiorno a chi cerca lavoro, autorizzando, di fatto, chiunque ad entrare illegalmente nel nostro paese. In questo modo, mentre Spagna e Francia stanno adottando leggi piu’ rigorose in tema di immigrazione, l’Italia si appresta a ritornare, come lo era all’epoca del primo governo Prodi, il ventre molle del mediterraneo.