«Se andrà al governo l’ Unione non aumenterà le tasse», disse Prodi in campagna elettorale, vediamo come il salume mantiene le promesse. Finanziaria 2007: aumento aliquota rendite finanziarie dal 12,5% al 20%, aumento aliquota irpef dal 39% al 43% per i redditi sopra 70.000 euro, aumento ICI indotto dallla revisione degli estimi catastali, aumento di 4/5 punti delle aliquote contributive per autonomi e parasubordinati, aumento addizionali irpef e irap indotto dal taglio dei trasferimenti agli enti locali, aumento dei ticket sanitari esistenti ed introduzioni di nuovi, aumento parametri studi di settori di artigiani e commercianti, manca solo la reintroduzione della tassa di successione ma è solo questione di tempo. Una serie di aumenti, tagli, come quelli incredibili alla scuola, e furti come quello del trasferimento del TFR dalle aziende all’inps, davvero impressionante e che qualifica in maniera inequivocabile l’unione di Prodi come il PdT ovvero Partito delle Tasse, alla faccia delle dichiarazioni fatte in campagna elettorale.

Annunci