Il ministro cattocomunista ha avviato la verifica dei requisiti per l’iscrizione all’albo del ministero delle due comunità di recupero. Questo improvvido provvedimento, rappresenta un chiaro messaggio mafioso a Muccioli e a Don Gelmini. L’azione di “normalizzazione” del Paese continua,  ecco che dopo gli attacchi alle categorie professionali ritenute avversarie, ora è la volta del volontariato non allineato a sinistra.

Annunci